t> Musei di Roma -

Apre il Parco Archeologico del Celio con il nuovo Museo della Forma Urbis

A cura di Redazione

 

Il Parco Archeologico del Celio dopo quasi 100 anni riapre al pubblico.
Posizionato nel settore settentrionale del colle e rivolto verso il Colosseo rappresenta una preziosa testimonianza storica tra cui le fondazioni perimetrali del tempio del Divo Claudio. Grazie al recupero di edifici come la Casina del Salvi e l’ex Palestra della Gil, insieme alla sistemazione del giardino archeologico circostante, si può vedere una vasta raccolta di materiali epigrafici e architettonici risalenti alla Roma antica, provenienti dagli scavi realizzati nel corso del XIX secolo.

Al centro del Parco, nell’edificio dell’ex Palestra della Gil, sorge il Museo della Forma Urbis che ospita i frammenti della Forma Urbis Romae, l’imponente pianta marmorea della Roma antica, commissionata dall’imperatore Settimio Severo tra il 203 e il 211 d.C.che originariamente misurava 13 metri in altezza e 18 in larghezza.

La mappa, scoperta nel 1562, fu incisa su 150 lastre di marmo ed aveva probabilmente una funzione più celebrativa che pratica, offrendo una visione generale della città. Originariamente era esposta nel Tempio della Pace, poi inglobato nel complesso dei SS. Cosma e Damiano nel Foro Romano.
Nel corso dei secoli la Forma Urbis ha subito dispersioni e danni. La pianta marmorea è entrata a far parte delle collezioni dei Musei Capitolini dal 1742. Quello che rimane oggi è circa un decimo del totale e delle centinaia di frammenti, da piccole schegge a settori di lastra con interi quartieri, solo circa 200 sono stati identificati e idealmente collocati sulla topografia moderna.

Il nuovo allestimento del Museo della Forma Urbis consente una maggiore ricezione della pianta marmorea da parte dei visitatori, favorendo la leggibilità di un documento che sia per la grasndezza come per la frammentarietà è poco comprensivo.
La riapertura del Parco Archeologico si inserisce in una più ampia trasformazione del Colle del Celio e dell’intero Centro Archeologico Monumentale. A breve, saranno avviati i lavori di consolidamento e recupero dell’ex Antiquarium Comunale, abbandonato da quasi un secolo. L’area verde del Celio sarà riqualificata e la Nuova Passeggiata Archeologica, lungo via di San Gregorio, connetterà il Parco con il Centro Archeologico Monumentale.



 

PubblicitĂ 

© 2021 - 2024 - Computer Innovation School s.r.l.
P.I. 09051891001
Via dei Marrucini, 56 - 00185 Roma
Website: www.cischool.it
Mail: info@cischool.it