Casa - Museo Mario Praz

 

Mario Praz, anglista, critico letterario e scrittore d'arte, inizia fin dagli anni Trenta la collezione di oggetti d'arte neoclassici e Biedermeier destinati ad arredare la propria casa.
Il museo che oggi si visita è l'appartamento in cui il professore visse dal 1969 al 1982, anno della morte, ma la collezione si era sviluppata per e nel più grande appartamento di palazzo Ricci in via Giulia, dove Praz aveva vissuto dal 1934.
A questa dimora nel 1958 dedica un vero e proprio romanzo sentimentale, La casa della Vita: sotto le sembianze di una visita minuziosa e colta alla casa, ai suoi ambienti e a tutti gli oggetti d'arte che la costituiscono, Praz scrive la propria autobiografia: un viaggio nella memoria in cui la storia dei singoli oggetti d'arredamento si intreccia con il ricordo delle vicende personali dell'autore.
Si tratta di una rievocazione, di volta in volta storica, letteraria, artistica, di atmosfere e di persone, attraverso gli oggetti con cui si era circondato: mobili, quadri, statue, porcellane, ventagli, cere, bambole, libri, armi, candelabri, bruciaprofumi, specchi, baldacchini, miniature, tappeti, vedute di città italiane ed europee, ritratti delle famiglie regnanti, dai Borbone ai Bonaparte, e di tante famiglie borghesi spesso sconosciute che si erano fatte immortalare negli interni delle proprie case nei primi decenni del XIX secolo.

 

PubblicitĂ 

Casa - Museo Mario Praz

Indirizzo

Via Giuseppe Zanardelli, 1

Orari

Per informazioni sulle visite, si può consultare il sito web del luogo.

Un testo descrittivo più ampio su questa casa museo è pubblicato nel libro-guida di Rosanna Pavoni Case Museo in Italia. Nuovi percorsi di cultura: poesia, storia, arte, architettura, musica, artigianato, gusto, tradizioni - che si può acquistare in rete.

Biglietti

© 2021 - 2023 - Computer Innovation School s.r.l.
P.I. 09051891001
Via dei Marrucini, 56 - 00185 Roma
Website: www.cischool.it
Mail: info@cischool.it